Saponi fatti in casa

La soda caustica è il nome comune del composto alcalinizzante idrossido di sodio, è una sostanza molto potente utilizzata a livello industriale e grazie alle sue proprietà viene utilizzata anche in ambito domestico. 
Il suo utilizzo ha bisogno di massima attenzione in quanto a contatto con l'acqua, la soda caustica sprigiona temperature molto elevate diventando corrosiva, provocando gravi danni alla pelle e occhi.



 

Vediamo ora a cosa serve la soda caustica in ambito domestico.



 

L'idrossido di sodio, soda caustica, è una sostanza indispensabile per la preparazione domestica del sapone. Di primo impatto potrebbe sembrare antieconomica in quanto molto corrosiva, ma in realtà nel processo di saponificazione sparisce la pericolosità, trasformando i grassi in un sale speciale comunemente chiamato sapone. 

La reazione di saponificazione ha bisogno dalle 4 alle 6 settimane di tempo per assicurare che il sapone non risulti caustico.

Terminato il processo di saponificazione, la soda scompare dal prodotto finale creando un sapone ecologico e biodegradabile facile nell'utilizzo e adatto per tutto il bucato. La ricetta del sapone fatto in casa con la soda caustica potrebbe creare delle perplessità, ma seguendo scrupolosamente tutti i passaggi, le dosi e seguendo le giuste precauzioni si può realizzare un sapone davvero speciale. 





In passato la soda caustica veniva utilizzata per la manutenzione degli scarichi domestici, dei lavelli della cucina o del bagno. Versata nello scarico interessato assieme ad una miscela di acqua calda e aceto, liberava completamente lo scarico. 



 

La soda caustica inoltre viene utilizzata per il trattamento delle olive, o meglio, per la deamarizzazione. In poche parole la soda caustica in questo caso viene utilizzata per togliere l'amaro alle olive. Per attuare questo procedimento che va dalle 8/12 ore si utilizza soprattutto la soda a scaglie e termina quando la soda è penetrata nella polpa delle olive per circa i 3/4 dello spessore. 



 

Molti non sanno che la soda caustica viene utilizzata in cucina non tanto per la pulizia della tubature ma viene inserita come ingrediente in una nota preparazione tedesca, il Brezel o addirittura per la preparazione del piatto scandinavo lutefisk. 



 

Restando sempre nell'ambito domestico, è giusto infine ricordare che la soda caustica è particolarmente indicata per pulire perfettamente incrostazioni di barbecue, forni, bistecchiere, cappe e fornelli. La pulizia avviene immergendo la parte da trattare in acqua calda e soda caustica. Grazie ad il suo impatto corrosivo, riesce ad eliminare tutte le incrostazioni presenti e lascia la superficie splendente.





Dopo queste attente analisi, possiamo concludere che la soda caustica è davvero duttile e la sua partecipazione per molti di questi processi è basilare, ciò non toglie che deve essere maneggiata con estrema cautela, un solo lieve contatto può portare a seri danni.

Categoria
Autore